La Scherma, sport olimpico.  

La scherma è uno sport di opposizione che comprende le tre specialità olimpiche, che prendono il nome dagli attrezzi sportivi utilizzati: spada, fioretto e sciabola. La scherma è disciplinata da regolamenti specifici e consiste nell’offendere (colpire il bersaglio dell’avversario) e nel difendersi (evitare di essere colpiti) secondo modalità differenti per ogni specialità. 

   Il fioretto. Il bersaglio valido di questa arma è il tronco che può essere colpito solo di punta.

 

È un’arma in cui vige la convenzione, cioè un regolamento tecnico da rispettare, che assegna i colpi e quindi il punteggio a seconda delle azioni eseguite. Chi attacca ha diritto di portare il colpo mentre chi è attaccato deve prima annullare l’attacco avversario con un’azione di difesa per guadagnarsi la priorità di contrattaccare, o avvalersi di un’azione di controffesa.

 La sciabola. Anch’essa è un’arma in cui vige la convenzione tecnica. Differisce dal fioretto per il bersaglio valido dato dal busto (comprese quindi le braccia e la testa) e per il modo in cui può essere portato il colpo: la sciabola può colpire infatti oltre che di punta, anche con il taglio e il controtaglio della lama.

La spada. È l’arma senza convenzione; chi riesce a toccare per primo l’avversario ha diritto al punto. Il bersaglio valido della spada è rappresentato da tutto il corpo è può essere colpito solo con la punta dell’arma.